• San Marcello

Osservatorio sul Consumo Critico: i rifiuti

Riceviamo e diffondiamo. MGF

***

Cari tutti, ricordo agli associati, e a tutti gli interessati, che giovedì 31 marzo, alle 20.00, nell’Auditorium della San Marcello (largo Don Ricci, 1 – vicinanze Campus) è in programma il primo incontro dell’Osservatorio sul Consumo Critico a cura dell’associazione di cittadinanza attiva Pensa Libero.

L’argomento del giorno sarà : “Consuma libero da scorie – I rifiuti”

Siete tutti invitati a partecipare, fare domande, scambiare informazioni, suggerire buone pratiche per consumare evitando di rendersi complici dell’indiscriminato aumento dei rifiuti, emergenza sociale e ambientale che affligge l’intero pianeta e che qui al Sud, a due passi da noi, sta mostrando uno dei suoi volti più duri.

I temi da affrontare insieme saranno:

  1. Analisi della Guida al consumo critico di Franco Gesualdi: capitolo sui rifiuti

  2. L’emergenza rifiuti in Campania

  3. Situazione inceneritori e discariche in Puglia

  4. Stato della raccolta differenziata a Bari

  5. Packaging e grande distribuzione

Cos’è l’Osservatorio?

La società dei consumi non prevede cittadini alle prese con diritti e doveri ma consumatori che misurano il benessere in desideri da soddisfare grazie all’acquisto di merci.

Acquisto e uso, però, sono solo una fase di un ciclo più ampio: produzione, trasporto, vendita e poi smaltimento. Settori trascurati ma decisivi nel definire le coordinate del mondo in cui viviamo, luoghi d’origine di squilibri, avarie e ingiustizie che ricadono nel quotidiano sotto forma di scarsa qualità della vita, disoccupazione, emergenza ambientale, abusi di potere.

Essere consumatori significa dover per forza accettare tutto questo?

E’ possibile trasformare il consumo in un’attività critica, mossa da criteri socialmente sostenibili?

L’Osservatorio sul Consumo Critico della Pensa Libero ha questo obiettivo: cogliere l’origine degli squilibri attraverso l’analisi e la partecipazione attiva dei soci e di tutti gli interessati all’argomento, costruire un data-base di informazioni sensibili e infine suggerire nuove pratiche di consumo da verificare sul campo nella vita di tutti i giorni.

A piccoli passi, grazie all’aiuto di tutti. Vi aspettiamo

#irifiuti #osservatoriosulconsumocritico

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Questa volta di chi è?

L’altra volta siete stati bravissimi, quando ho scritto “La passerella” e non sapevo di chi fosse non solo mi avete detto l’autore ma mi avete raccontato anche la biografia di Odètte Prevost. Ora sono